PERCORSO :
 Hobbies  Annunci Auto  BMW guarda all ibrido riducendo i consumi
  Arte
Attualita
Arte
Bolg
Blogs
Cinema
Costume
Economia
Edilizia aziende
Filosofia
Fitness
Geografia
Gossip
Hobbies
Informatica
Internet
Letteratura
Libri ed ebook
Meteo
Motori
Musica News
Oroscopo
Religione
Salute e Benessere
Scienze
Scuole
Sentimenti
Societa
Spettacoli
Sport
Storia
Tecnologia
Televisione
TveRadio
Umorismo
Viaggi
Directory
  Acquisti Online
Affari
Animali
Antiquariato
Arte
Arti Sceniche
Arti Visive
Casa
Computer
Consultazione
Danza
Fai da te
Giochi
Grande Fratello
Intrattenimento
Investimenti
Notizie
Salute
Scienza
Sport
Tempo Libero
 
 
 



BMW guarda all ibrido riducendo i consumiddddddd
Annunci AutoUna piccola rivoluzione, per davvero. A Monaco, alla BMW, hanno iniziato a pensare all'ibrido. E non da soli, insieme a General Motors e DaimlerChrysIer, in modo da essere pronti per la fine del 2010 con una soluzione elettricotermica non inferiore alla concorrenza giapponese. Anzi. «In BMW siamo convinti che il nostro ibrido dovrà essere un sistema per ridurre ulteriormente consumi ed emissioni nocive, più di quanto già facciamo con lo sviluppo dei nostri motori», ci ha detto Peter Lager, responsabile del progetto ibrido a Monaco. E ha aggiunto: «Abbiamo denominato il nostro programma "EfficientDynamics", perché riteniamo che si possano ridurre i consumi e le emissioni nocive senza deprimere le prestazioni.

La nuova 120d, per esempio, ha un quattro cilindri turbodiesel a geometria variabile che percorre ben 20,4 km/1. L'automobile è una grande conquista, consente la mobilità individuale, è parte della qualità della vita. Essere rispettosi dell'ambiente non vuoi dire azzerare il piacere di guida, garantito da sempre dalle nostre vetture». Così, in attesa di decidere quale via tedesca all'ibrido sarà la più convincente, a Monaco, sulle nuove serie 1 e serie 5 (ma poi su tutta la gamma) hanno iniziato a installare alcuni dispositivi che derivano proprio da questa tecnologia.

Il primo è il sistema di recupero dell'energia, il «Brake Energy Regeneration»: l'alternatore produce energia elettrica nelle fasi di rilascio e frenata e carica una batteria speciale, più potente di quelle tradizionali. In questo modo, quando si accelera, il motore non perde potenza per ricaricare la batteria e così consuma ed inquina meno (un 3°/o, secondo i tecnici di Monaco).

Il secondo sistema è lo «Start&Stop» che spegne il motore quando si arriva al semaforo e si disinnesta la marcia: poi basta schiacciare la frizione per riavviarlo. Un ultimo dispositivo, ma qui sta a voi decidere se e quando mettere in pratica le sue indicazioni, è il suggeritore di cambio di marcia: due freccette per salire di rapporto o per scalare al momento giusto, in modo da ottimizzare prestazioni e consumi.



Autore: Annunci Auto

Fonte dell'articolo



 






nuove sezioni di Articoligratis.com : Annunci Auto