PERCORSO :
 
  Arte
Attualita
Arte
Bolg
Blogs
Cinema
Costume
Economia
Edilizia aziende
Filosofia
Fitness
Geografia
Gossip
Hobbies
Informatica
Internet
Letteratura
Libri ed ebook
Meteo
Motori
Musica News
Oroscopo
Religione
Salute e Benessere
Scienze
Scuole
Sentimenti
Societa
Spettacoli
Sport
Storia
Tecnologia
Televisione
TveRadio
Umorismo
Viaggi
Directory
  Acquisti Online
Affari
Animali
Antiquariato
Arte
Arti Sceniche
Arti Visive
Casa
Computer
Consultazione
Danza
Fai da te
Giochi
Grande Fratello
Intrattenimento
Investimenti
Notizie
Salute
Scienza
Sport
Tempo Libero
 
 
 


Bere acqua per perdere peso e riattivare il metabolismo
Diete quasi fai da te, tutti ci provano prima o poi, con risultati non sempre ottimali anche da punto di vista della salute. Quasi nessuno pensa che bere acqua sia già un sistema per contenere il peso corporeo, infatti, l’idratazione è importante sia per perdere peso sia per mantenere un livello di performance fisiche e psichiche ottimali. Molti nutrizionisti dietisti e medici descrivono e indicano l’acqua come un fattore fondamentale per la dieta, affermazioni supportate da decine di studi scientifici favorevoli (uno ad esempio dimostra l’utilità di bere acqua prima dei pasti per dimagrire). L’acqua ingerita innesca una serie di reazioni complesse nel nostro organismo che aumentano il dispendio calorico per la termoregolazione, questo gruppo di reazioni si chiama termogenesi, una reazione fisiologica, questa, ben documentata e dimostrata da vari studi che hanno anche illustrato come l’efficacia nella perdita di peso sia assolutamente reale e tangibile. Ovviamente è sempre indispensabile affiancare al giusto quantitativo di acqua depurata una dieta sana e bilanciata e una ragionevole attività fisica, una cosa non esclude in nessun caso l’altra. A questo punto il burst del metabolismo dura circa tra la mezz’ora e l’ora secondo il consumo dell’acqua, in sostanza si sa che bevendo due bicchieri di acqua a temperatura ambiente il metabolismo aumenta di circa il 30% sia negli uomini che nelle donne, il picco metabolico si manifesta dopo circa dieci minuti per raggiungere l’apice tra i 30 – 40 minuti e poi decrescere. L’osservazione ha portato a capire che questo effetto sul metabolismo è il risultato del lavoro compiuto dal nostro organismo per aumentare la temperatura dell’acqua da 22°C a 37°C, bruciando prevalentemente grassi negli uomini e carboidrati nelle donne. Ovviamente è importante che l’acqua ingerita sia di buona qualità, di questi tempi, non proprio un dettaglio scontato, soprattutto quando si beve acqua di rubinetto. C’è sempre il rischio di poter ingerire acqua con valori di durezza elevati o contenente elementi, se non proprio nocive, sicuramente non salubri per l’organismo. Per difenderci da questi problemi la tecnologia ci mette a disposizione soluzioni come la depurazione a osmosi inversa che ripulisce l’acqua e bilancia tutti i componenti in essa contenuti permettendoci di avere accesso ad acqua di eccellente qualità direttamente dai nostri rubinetti, acqua che adempirà al meglio alla sua funzione sia dimagrante sia idratante, avendo il giusto rapporto di sali e minerali utili all’organismo.


Autore: ictadmin

Fonte dell'articolo



 






nuove sezioni di Articoligratis.com : Annunci Auto