PERCORSO :
 
  Arte
Attualita
Arte
Bolg
Blogs
Cinema
Costume
Economia
Edilizia aziende
Filosofia
Fitness
Geografia
Gossip
Hobbies
Informatica
Internet
Letteratura
Libri ed ebook
Meteo
Motori
Musica News
Oroscopo
Religione
Salute e Benessere
Scienze
Scuole
Sentimenti
Societa
Spettacoli
Sport
Storia
Tecnologia
Televisione
TveRadio
Umorismo
Viaggi
Directory
  Acquisti Online
Affari
Animali
Antiquariato
Arte
Arti Sceniche
Arti Visive
Casa
Computer
Consultazione
Danza
Fai da te
Giochi
Grande Fratello
Intrattenimento
Investimenti
Notizie
Salute
Scienza
Sport
Tempo Libero
 
 
 


Il futuro della Serie A è in streaming? Il caso Amazon e Telecom
La Lega Serie A ha approvato le linee guida per la vendita dei diritti televisivi per il triennio 2018-2021. Obiettivo di Infront, advisor della Lega, è di incassare 1 miliardo e 300 milioni di euro per tre stagioni, con pacchetti di 30 partite da vendere anche a singole tv, in analogia con quello che succede da qualche anno in Gran Bretagna. I diritti della Premier League, infatti, sono spartiti tra BT Sport e Sky Sports, ognuno dei quali gode dell'esclusività su determinate fasce orarie. La Serie A si apre alla multimedialità. Non solo Sky e Mediaset: altri gruppi sarebbero interessati ad acquistare diritti di trasmissione per altre piattaforme. L'accordo fra il Gruppo Perform e la Lega ha portato nel 2017 il massimo campionato in streaming sui bookmaker, e questa scelta rivoluzionaria in quanto gratuita potrebbe aprire la strada alla cessione di diritti streaming in alta qualità, in stile Netflix. Amazon, già proprietaria del servizio Prime Video, e Telecom Italia, che possiede la piattaforma Tim Vision, starebbero pensando ad offerte per arricchire il proprio catalogo, acquistando pacchetti di partite in streaming del massimo campionato.


Autore: Maurizio Santoruvo

Fonte dell'articolo



 






nuove sezioni di Articoligratis.com : Annunci Auto