PERCORSO :
 
  Arte
Attualita
Arte
Bolg
Blogs
Cinema
Costume
Economia
Edilizia aziende
Filosofia
Fitness
Geografia
Gossip
Hobbies
Informatica
Internet
Letteratura
Libri ed ebook
Meteo
Motori
Musica News
Oroscopo
Religione
Salute e Benessere
Scienze
Scuole
Sentimenti
Societa
Spettacoli
Sport
Storia
Tecnologia
Televisione
TveRadio
Umorismo
Viaggi
Directory
  Acquisti Online
Affari
Animali
Antiquariato
Arte
Arti Sceniche
Arti Visive
Casa
Computer
Consultazione
Danza
Fai da te
Giochi
Grande Fratello
Intrattenimento
Investimenti
Notizie
Salute
Scienza
Sport
Tempo Libero
 
 
 


Moka: origini e leggende
L’invenzione della Moka risale al 1933, quando Alfonso Bialetti, mentre guardava la moglie fare il bucato, ebbe l’idea che di lì a poco avrebbe rivoluzionato il modo di fare il caffè. A quei tempi, per lavare i panni, si usava la “lisciveuse”, una grossa pentola munita di un tubo cavo con la parte superiore forata. L’acqua, messa nel recipiente insieme alla biancheria e al sapone, bollendo saliva per il tubo e ridiscendeva sul bucato sfruttando bene la lisciva, il detersivo di allora. È dunque da un’osservazione del tutto casuale, dettata dalla volontà di creare un oggetto capace di portare la produzione del caffè anche tra le mura domestiche, a dar vita alla caffettiera come la conosciamo noi, oggi. (leggi “Cuccumella, che passione!) Ma perché la scelta di un nome così particolare? Perché chiamarla proprio Moka? Ebbene, nello Yemen, regione araba in cui, circa 500 anni fa, arrivarono i primi chicchi di importazione Etiope, esiste una città proprio di nome Mokha, famosa per essere stata, tra il XV e il XVII secolo, il maggior mercato per il caffè al mondo. Per la posizione strategica del suo paese, crocevia delle rotte carovaniere, ed essendo dotata di un porto privilegiato, Mokha diede un fortissimo impulso alle esportazioni e, ancora oggi, la quasi totalità della produzione è destinata ai mercati esteri. La storia, quindi, rende Mokha una delle più importanti città legate alla tradizione del caffè, ma anche numerose leggende sull’origine del chicco nero (leggi “Le origini del caffè”) sono ambientate nella città yemenita. Eccone una: <> Il nome Moka, quindi, essendo così legato alle origini del caffè, non poteva che essere la denominazione perfetta per la macchina che ci ha permesso di assaporarlo anche nella comodità di casa.


Autore: coeconews1

Fonte dell'articolo



 






nuove sezioni di Articoligratis.com : Annunci Auto