PERCORSO :
 
  Arte
Attualita
Arte
Bolg
Blogs
Cinema
Costume
Economia
Edilizia aziende
Filosofia
Fitness
Geografia
Gossip
Hobbies
Informatica
Internet
Letteratura
Libri ed ebook
Meteo
Motori
Musica News
Oroscopo
Religione
Salute e Benessere
Scienze
Scuole
Sentimenti
Societa
Spettacoli
Sport
Storia
Tecnologia
Televisione
TveRadio
Umorismo
Viaggi
Directory
  Acquisti Online
Affari
Animali
Antiquariato
Arte
Arti Sceniche
Arti Visive
Casa
Computer
Consultazione
Danza
Fai da te
Giochi
Grande Fratello
Intrattenimento
Investimenti
Notizie
Salute
Scienza
Sport
Tempo Libero
 
 
 


CAT CAFÈ
Sta per arrivare anche in Friuli, nel comune di Martignacco, uno dei primi Cat Cafè d’Italia. Già presenti in varie parti del mondo, tra cui Giappone, Australia, Vienna, Budapest e Parigi, hanno fatto capolino anche nel nostro paese già alcuni anni fa. Ma di cosa si tratta? In questi locali i vari esemplari di gatti, generalmente abbandonati, si muovono liberamente, con la possibilità di fare amicizia con i tanti amanti degli animali che entrano a sorseggiare un buon caffè. L’iniziativa, decisamente originale, permette a tutti coloro che si recano in un Cat Cafè di fare colazione o un aperitivo accarezzando un gatto di tanto in tanto, magari acciambellato sulle proprie ginocchia. Essendo locali appositamente progettati per il benessere del felino, sono forniti di numerosi giocattoli e tiragraffi. Chiamati anche “neko café” per via del termine neko (“gatto” in lingua giapponese), sono nati nel Sol Levante, con lo scopo di migliorare la qualità della vita di coloro che soffrono l’isolamento e la povertà di rapporti umani tipici delle grandi metropoli, ma sono stati pensati anche per i felini stessi che hanno la possibilità di essere adottati. Il primo cafè d’Europa, “Cafe Neko”, iniziò la propria attività a Vienna (Austria) nel marzo 2012, invece il primo in Italia, il “MiaGola cafè” di Torino, è stato inaugurato il 22 marzo 2014, seguito poi dall’apertura del “Neko Cafè”, anch’esso situato nel capoluogo piemontese. Il “Cat Cafè” di Martignacco prevede di inaugurare il 2 aprile 2016 e, essendo dotato di biblioteca, attiverà corsi di pet therapy, doposcuola per i bambini e pomeriggi ricreativi per gli anziani soli. Insomma, un’iniziativa stupenda, alla quale non sono mancate le critiche di alcuni animalisti, convinti che i gatti vivrebbero molto meglio in un ambiente casalingo, piuttosto che circondati da una moltitudine di persone. Ma le foto dei nostri amici felini nei numerosi Cafè già aperti parlano chiaro: i mici adorano le coccole e la compagnia, preferendole di gran lunga alla solitudine nei box dei gattili. Due regole importanti vigono nei Cat Cafè: non dare da mangiare e non svegliare i gatti quando dormono, in modo da tutelare il loro benessere. Siamo sicuri che l’iniziativa avrà grande successo in Friuli e potrà presto espandersi anche in altre città italiane.


Autore: coeconews1

Fonte dell'articolo



 






nuove sezioni di Articoligratis.com : Annunci Auto