PERCORSO :
 
  Arte
Attualita
Arte
Bolg
Blogs
Cinema
Costume
Economia
Edilizia aziende
Filosofia
Fitness
Geografia
Gossip
Hobbies
Informatica
Internet
Letteratura
Libri ed ebook
Meteo
Motori
Musica News
Oroscopo
Religione
Salute e Benessere
Scienze
Scuole
Sentimenti
Societa
Spettacoli
Sport
Storia
Tecnologia
Televisione
TveRadio
Umorismo
Viaggi
Directory
  Acquisti Online
Affari
Animali
Antiquariato
Arte
Arti Sceniche
Arti Visive
Casa
Computer
Consultazione
Danza
Fai da te
Giochi
Grande Fratello
Intrattenimento
Investimenti
Notizie
Salute
Scienza
Sport
Tempo Libero
 
 
 


UN ESPRESSO PER SORRIDERE
Si è conclusa la seconda edizione della raccolta fondi intitolata “Un caffè per una casa famiglia”, organizzata dalla casa famiglia “CasaBlu” di Roma. L’iniziativa, promossa dalla cooperativa sociale “Spes contra Spem”, è durata tre mesi ed ha coinvolto ben 15 bar, principalmente ubicati nel 3°Municipio di Roma. La premiazione, avvenuta il 6 febbraio 2015, ha visto come protagonista Salvatore Bono, titolare del “Bar Pasticceria Melaina“, che ha raccolto il maggior numero di fondi rispetto agli altri esercizi partecipanti. CasaBlu, è una struttura nella quale vivono persone con gravi disabilità che necessitano di un continuo sostegno nella gestione della vita quotidiana. Nata nel 2000, cerca di creare un ambiente accogliente e adatto a tutti gli ospiti, dando loro una vita serena nonostante le difficoltà dell’handicap. Per far fronte alle onerose esigenze della struttura, talvolta il denaro può non essere sufficiente, ecco allora la raccolta fondi ispirata all’antica tradizione partenopea del “caffè sospeso”. L’iniziativa, ha avuto un discreto successo: con 300 caffè in più rispetto all’anno scorso, ha permesso a qualsiasi cittadino di diventare testimonial di solidarietà. I baristi dei locali aderenti si occupavano di promuovere l’iniziativa ai clienti e di registrare con lo scontrino fiscale le loro donazioni dal valore di un caffè, per poi inoltrarle alla cooperativa. Con 899.00 euro raccolti, la casa famiglia ha potuto garantire fisioterapia e attività ricreative fondamentali agli ospiti della struttura e, grazie alle numerose foto postate sui social network con l’hashtag “ #uncaffepercasablu”, il progetto ha guadagnato visibilità. Ci auguriamo che l’esperienza possa ripetersi ancora in futuro e venga messa in atto anche da altre strutture e case famiglia in altri Comuni. Perché privarsi di un caffè? Per donare un sorriso a chi ne ha più bisogno, basta solo un euro!


Autore: coeconews1

Fonte dell'articolo



 






nuove sezioni di Articoligratis.com : Annunci Auto